Studio Salvaggio commercialisti



Buoni pasto

Buoni pasto
La normativa fiscale di riferimento vista:
Dalla parte del dipendente. Premessa: l'art. 51 T.U.I.R. 2º Comma recita: "Non concorrono a formare il reddito di lavoro dipendente: (omissis) lett. C - le somministrazioni di vitto da parte del datore di lavoro, nonché quelle in mense organizzate da parte del datore di lavoro o gestite da terzi, o - fino all'importo complessivo giornaliero di euro 5.29 - le prestazioni (Buoni Pasto) e le indennità sostitutive corrisposte agli addetti a cantieri edili, ad altre strutture lavorative a carattere temporaneo o ad unità produttive ubicate in zone dove manchino strutture o servizi di ristorazione".

I buoni pasto non concorrono a formare il reddito imponibile del dipendente ai fini IRE (Irpef) fino ad un importo giornaliero complessivo di euro 5,29. Ciò significa che viene tassata solo l'eccedenza rispetto a tale cifra, intesa al netto della quota a carico del dipendente. Inoltre i buoni pasto, sempre fino all'importo giornaliero complessivo di euro 5,29, non concorrono a determinare il reddito da lavoro dipendente ai fini del calcolo dei contributi previdenziali.

Dalla parte del datore di lavoro: il costo del buono pasto è classificabile nel costo per servizi ed è quindi interamente deducibile, sia ai fini IRES che IRAP. L'IVA, con aliquota 4%, applicata sui buoni pasto fatturati direttamente al datore di lavoro, non è ammessa in detrazione.

Approfondisci Buoni PastoApprofondisci e leggi ancora sui Buoni PastoRitorna a GlossarioRitorna al Glossario

Argomenti correlati
Agenzia delle EntrateAvviso bonarioBilancio di cessioneCAAF Centri di assistenza fiscaleCartella esattorialeComunicazione di irregolaritàContratto di comodato usoContributi previdenziali INPSEvasione erosione elusione fiscaleFinanza aziendale e d'impresaFiscal DragFringe benefitsICI imposta comunale sugli immobiliIRAPModello 730Modello CUDModello F23Modello F24Modello ISEEModello 730Modello REDModello di dichiarazione dei redditiPlusvalenza immobiliPrestazione occasionaleBollo autoBonus gasContratto di locazioneContributi colfCudEmensEnasarcoEnpamF24ICIIntrastatIva trimestraleMarche da bollo770Mud8 per millePresentazione 730Presentazione 770Presentazione UnicoQuattordicesimaQuestionarioREDRicorsoScudo fiscaleSistriStudi di settoreTarsuTermini processualiTremonti TerUnico 2010Uniemens





Consiglia questo sito ad un amico o collega Contattaci Info e aiuto su www.studiosalvaggio.it
Imposta Studio Salvaggio come pagina iniziale Aggiungi ai preferiti