Studio Associato Salvaggio - studio commercialista




Modello ISEE. Lo Studio presta consulenza per la compilazione del modello ISEE.

Di seguito vengono elencate le prestazione agevolate e i servizi di pubblica utilità che si possono richiedere con l’ISEE:
- Assegni ai nuclei familiari con almeno tre figli minori (legge 448 del 23.12.1998 art. 65)
- Assegno di maternità (legge 448 del 23.12.1998 art. 66)
- Asili nido e altri servizi educativi per l’infanzia
- Mense scolastiche
- Prestazioni scolastiche (libri scolastici, borse di studio, ecc.)
- Agevolazioni per tasse universitarie
- Prestazioni per diritto allo studio universitario
- servizi socio sanitari domiciliari
- Servizi socio sanitari diurni, residenziali, ecc….
- Agevolazioni per servizi di pubblica utilità (telefono, luce, gas)
- Altre prestazioni economiche assistenziali

Di seguito i documenti necessari per la compilazione del modello ISEE:

- codice fiscale di tutti i componenti il nucleo familiare, inteso come famiglia anagrafica (cioè l’insieme di persone coabitanti e aventi dimora abituale nello stesso comune, legate da vincoli di matrimonio, parentela, affinità, adozione, tutela e vincoli affettivi);
- stato di famiglia;
- tessera sanitaria dei componenti il nucleo familiare e di coloro che risultano fiscalmente a carico;
- redditi prodotti da ogni componente il nucleo familiare; dichiarazione UNICO o Mod. 7307 o CUD;
- copia del contratto di affitto registrato se il nucleo risiede in abitazione in locazione; verificare che ci siano indicati gli estremi di registrazione;
- eventuale attestazione dell’handicap psico-fisico permanente di cui all’art. 3, comma 3 della L. 104/92 o attestazione di invalidità superiore al 66%;
- dichiarazioni e/o comunicazioni ICI per terreni e fabbricati con allegate visure catastali, contratti di compravendita, atti di successione, ecc… in particolare occorre produrre per i fabbricati: la rendita catastale e per i terreni: il valore edificabile e se agricolo il reddito dominicale e agrario;
- dichiarazione rilasciata dall’istituto di credito attestante la quota di capitale residuo del mutuo fatto per l’acquisto o la costruzione dell’immobile;
- valore del patrimonio netto al 31.12 se titolare di ditta individuale;
- saldo contabile al 31.12 di c/c bancari e postali, libretti di deposito, o valore nominale per azioni, obbligazioni, certificati di deposito e credito, buoni fruttiferi ed assimilati, BOT, CCT, etc… e relative coordinate bancarie (ABI e CAB);
- valore corrente di altri rapporti finanziari;
- valore di masse patrimoniali, costituite da somme di denaro o beni affidate in gestione ad un soggetto abilitato;
- importo dei premi versati al 31.12 per Assicurazioni Vita per i quali è già esercitatile il diritto al riscatto;
- dati dell’intermediario che gestisce il patrimonio mobiliare (codici ABI e CAB delle Banche)










Consiglia questo sito ad un amico o collega Contattaci Info e aiuto su www.studiosalvaggio.it
Imposta Studio Salvaggio come pagina iniziale Aggiungi ai preferiti